Restare senza parole

Quando hanno letto la motivazione del riconoscimento più straordinario che il nostro lavoro potesse ricevere, il mio cervello continuava a ripetere: “Vi state sbagliando! Vi state sbagliando!”

E chi era presente a Barlassina avrà notato che a Mara tremavano le mani nel riceverlo…

Non so dirvi se meritiamo di essere chiamati “Giusti”…

L’unica cosa che possiamo dirvi è semplicemente che non smetteremo mai di dare voce a chi non ha voce. La vostra fede in noi è l’energia più grande che conosciamo!

Con enorme gratitudine
Marco Cortesi e Mara Moschini